Bomba contro la casa di un sindacalista a Reggio Calabria: “Città invivibile”

Pubblicato il 13 Ottobre 2012 17:27 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2012 20:05

REGGIO CALABRIA- Un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere la notte tra venerdì 12 e sabato 13 a Reggio Calabria davanti l’abitazione di un sindacalista, Bruno Ferraro, segretario generale della Fials Calabria, la Federazione italiana autonomie locali e sanità.

Sul posto è intervenuta la polizia. Ferraro è un ex consigliere comunale del centrodestra. Nella sua attività di sindacalista si occupa, in particolare, dei precari del settore della sanità.  Ferraro ha commentato: “Reggio è diventata una città invivibile. Non ho idea di chi possa essere stato, e non saprei nemmeno comprendere se davvero possa essere io l’obiettivo di questa intimidazione – ha aggiunto Ferraro – non ho avuto nessuno screzio e non ho ricevuto alcuna minaccia. D’altronde non sono più in politica, dopo l’ultima esperienza in consiglio comunale mi sono allontanato dalla politica per continuare a dedicarmi all’attività sindacale”.