Borgo Mezzanone (Foggia), minaccia gli abitanti con due coltelli da cucina: arrestato un giovane gambiano

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Agosto 2019 14:53 | Ultimo aggiornamento: 5 Agosto 2019 14:53

(Foto d’archivio)

BORGO MEZZANONE (FOGGIA) – Andava in giro per Borgo Mezzanone, in provincia di Foggia, brandendo due coltelli da cucina e minacciando gli abitanti della zona. Sono stati i carabinieri di Manfredonia, intervenuti sul posto, a fermare l’uomo, un giovane gambiano di 19 anni incensurato, irregolare sul territorio. L0uomo è accusato di resistenza a pubblico ufficiale e porto in luogo pubblico di due coltelli da cucina senza giustificato motivo.

Tutto è partito in seguito ad alcune segnalazioni da parte dei residenti, allarmati per la presenza dell’uomo armato di coltelli. I carabinieri hanno individuato il giovane gambiano seduto su una pietra. Quando gli hanno chiesto le generalità, l’uomo è andato su tutte le furie e, impugnando uno dei due coltelli, si è scagliato contro di loro.

I militari sono comunque riusciti ad immobilizzarlo. Il ragazzo ha riferito di essere senza fissa dimora e di pernottare in una baracca abusiva nel ghetto sorto accanto al Cara di Borgo Mezzanone. (Fonte: Ansa)