Borgo Ticino (Novara), uccide un ragazzo a coltellate poi confessa su Fb: “L’ho fatto per amore”

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Agosto 2019 9:13 | Ultimo aggiornamento: 26 Agosto 2019 12:29

(Foto d’archivio)

NOVARA  –  Una rissa dopo la discoteca che finisce in omicidio, con un giovane, Yoan Leonardi, che muore accoltellato, ed un suo coetaneo che viene arrestato. E’ accaduto intorno alle 2 di notte di lunedì 26 agosto a Borgo Ticino, in provincia di Novara, in località Campagnola, lungo la statale per Comignago, fuori dalla discoteca Aeroplano.

Davanti al locale è scoppiata una violenta lite e Yoan, di 23 anni, è rimasto a terra, colpito da diversi fendenti. Qualcuno ha dato l’allarme e chiamato i soccorsi, e quando i sanitari del 118 sono arrivati sul posto il giovane era ancora vivo, ma è morto poco dopo. 

Un suo coetaneo è stato fermato dai carabinieri. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, i due si sono incontrati verso le 2 davanti ad un locale in zona Campagnola. Ne è nata una lite al termine della quale uno dei due, colpito da diverse coltellate, è rimasto a terra. 

Pastore avrebbe confessato l’omicidio su Facebook prima di essere fermato dai carabinieri. “Voglio scusarmi, ho fatto una cazz… per amore. Voglio scusarmi ho fatto una c… per amore, ho scoperto troppe cose dal mio migliore amico, non potevo continuare in questo modo, sono stato preso in giro… Nella mia vita ho commesso troppi errori e il mio errore più grande è questo…”: è il post lasciato dal sospetto su Facebook subito dopo l’accoltellamento di Leonardi, un coetaneo con il quale aveva litigato per questioni sentimentali.

Non è ancora chiaro se i due si fossero dati appuntamento per chiarirsi o se la lite sia cominciata nel locale e poi proseguita fuori. 

Fonti: Ansa