Bovino, carabiniere si toglie la vita in caserma con la pistola di ordinanza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Settembre 2019 18:49 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2019 20:18
Carabiniere si uccide a Bovino

Foto archivio ANSA

FOGGIA – Un carabiniere si è tolto la vita nella caserma di Bovino, in provincia di Foggia, nel pomeriggio del 5 settembre. Il vicebrigadiere si è sparato alla testa con la pistola di ordinanza e non ha lasciato nessun biglietto che spiegasse i motivi del gesto.

Secondo la ricostruzione dei colleghi, il vicebrigadiere non aveva mai dato modo di pensare a un qualche tipo di malessere psicologico. Il militare, celibe e di origini campane, si è sparato un colpo di pistola alla testa con l’arma di ordinanza all’interno dell’ufficio.

Sulla vicenda vige il massimo riserbo. La zona della caserma è stata cinturata, per impedire a chiunque di avvicinarsi. Il militare era in servizio alla stazione carabinieri di Bovino da meno di un anno.

I colleghi del militare stanno cercando di risalire alle motivazioni del gesto che al momento appare inspiegabile anche perché la vittima non ha lasciato presagire nulla, e non ha lasciato alcuno scritto. Il sindaco della piccola comunità foggiana, Vincenzo Nunno, si dice sconvolto dalla notizia, così come lo sono i tanti abitanti del piccolo borgo. Stando ad indiscrezioni trapelate in paese, pare che il vicebrigadiere vivesse tra Bovino e Salerno.(Fonte ANSA)