Bpi, per Fiorani confermata in appello la condanna a 3 anni e mezzo

Pubblicato il 16 Novembre 2010 13:04 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2010 13:15

Gianpiero Fiorani

Per l’ex amministratore delegato di Banca popolare italiana, Gianpiero Fiorani, è stata confermata la condanna a tre anni e mezzo di carcere nel processo d’appello a Milano nel quale è imputato per falso in bilancio.

Durante il processo il sostituto procuratore generale, Sandro Celletti, aveva chiesto per l’ex banchiere la conferma della condanna a tre anni e mezzo di carcere stabilita già in primo grado dal tribunale di Lodi.

La Corte d’Appello ha così confermato la sentenza di primo grado. Secondo la ricostruzione fatta dalla procura, nei bilanci 2003-2004 di quella che allora si chiamava Banca popolare di Lodi  non sarebbero state indicate alcune operazioni, nascondendo così perdite per circa 200 milioni di euro e facendo così figurare una solidità patrimoniale che la banca non aveva.

5 x 1000