Brambilla-Cartier, Polverini bulla, Almirante e la toilette: tris di “toste” di destra

Pubblicato il 6 Settembre 2011 20:50 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2011 17:45

ROMA – Dagospia serve un tris di donne di destra mettendo insieme, come spesso fa, notizie diverse apparse su diversi giornali. In prima battuta ecco il ministro Michela Brambilla alle prese con le ricerche senza quartiere del cane Cartier, sparito dalla casa di Calolziocorte (Lecco). Sguinzagliati amici, conoscenti ed esperti nella ricerca di cani scomparsi la ministra ha anche voluto affiggere volantini nei Comuni vicini. Volantini abusivi però. E la multa sarà salata: 200 euro per ogni foglio.

C’è poi Renata Polverini, “rimproverata” dal Giornale per i toni “da bulla” usati contro la manovra del governo. “Meglio bulla che nulla”, risponde per le rime la governatrice del Lazio. “Questo Paese si trova in questa situazione perché ci sono troppe nullità”, aggiunge.

Ed ecco donna Assunta Almirante, vedova di Giorgio, che ha trovato in un ristorante del Lago di Garda materiale per rintuzzare la sua antipatia per il futurista Fini. Arrivata al “Pescatore” di Brenzone ha trovato in bella vista il libero autobiografico che ha scritto tempo fa, “La mia vita con Giorgio”. Ma è stata la toilette a riservare la sorpresa migliore. Accanto al wc un bel ritratto di Gianfranco Fini, il “traditore”. “Collocazione perfetta”, ha commentato entusiasta lei. (Foto Lapresse)