Brasile. Traffico illegale di reni: medici condannati a 17 anni

Pubblicato il 21 ottobre 2011 18:54 | Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2011 18:57

SAN PAOLO, 21 OTT – Tre medici di una cittadina in provincia di San Paolo sono stati condannati oggi a 17 anni di carcere per aver asportato i reni da pazienti terminali ancora vivi per trapiantarli ai pazienti di una clinica privata.

Un neurochirurgo, un neurologo e un urologo di Taubate' sono stati condannati da un tribunale locale per traffico di organi e omicidio volontario: i tre asportavano i reni di pazienti di una struttura pubblica dopo averne dichiarato la morte cerebrale, e li rivendevano ad una clinica privata nella quale operavano pazienti facoltosi che non volevano sottoporsi alla lunga attesa di un donatore.

A denunciarli, dopo numerosi casi di morte, fu un medico dell'ospedale pubblico.