Brescia, bambina di 12 anni chiama la Polizia e fa arrestare un rapinatore

Pubblicato il 8 novembre 2010 21:45 | Ultimo aggiornamento: 8 novembre 2010 21:57

E’ stato l’allarme dato da una bambina di 12 anni, a consentire l’arresto di un rapinatore bloccato il 7 novembre dalla polizia a Brescia. Al 113 la segnalazione di una rapina in corso all’interno di una rosticceria in viale Piave. Dall’altro lato della cornetta c’era una bambina di soli dodici anni che con voce spaventata spiegava all’operatore radio che, all’interno del negozio di suo padre, un uomo, armato di pistola, stava minacciando suo fratello per farsi consegnare i soldi della cassa.

L’uomo, dopo aver constatato che la cassa era priva di contanti, si è fatto consegnare dalla vittima il suo cellulare ed una banconota da 10 euro che la stessa aveva in tasca ed è quindi uscito dal locale nel tentativo di darsi alla fuga.

E’ stato però inseguito dal titolare del negozio che ha tentato di fermarlo. Giunti sul posto immediatamente, gli agenti della Volante sono riusciti ad individuare l’uomo che tentava di allontanarsi dopo aver colpito con il calcio della pistola il suo inseguitore. Il rapinatore, un italiano di 30 anni e con precedenti di polizia, è stato bloccato dagli agenti. Alla bambina i complimenti dei poliziotti per la tempestiva segnalazione ed il coraggio dimostrato.