Brescia, cadaveri mummificati: su uno foro di proiettile

Pubblicato il 19 ottobre 2011 13:43 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2011 13:51

BRESCIA, 19 OTT – Sui due cadaveri in avanzato di decomposizione ritrovati sabato pomeriggio sul monte Maddalena, a Brescia, ci sarebbero segni di violenza: un foro, compatibile con una ferita d'arma da fuoco, e una lesione forse provocata da un'arma da taglio.

Prende sempre piu' piede, quindi, l'ipotesi di un omicidio. E' quanto sarebbe emerso dall'autopsia sui due corpi, che avrebbe confermato che i due decessi risalirebbero ad almeno due mesi fa. Una delle salme trovate sul monte bresciano da una famiglia di Rovato in cerca di castagne e' mutilata, senza una gamba e un piede; dell'altro corpo sono stati raccolti poveri resti che sono, quindi, piu' difficili da esaminare. Ancora da confermare l'ipotesi che si tratti di due uomini dell'Est; la Procura pero', insieme all'Interpol, starebbe seguendo una pista estera. Si attende l'esito degli esami tossicologico e del DNA.