Brescia: accoltella i fratelli della moglie, poi lo investono e uccidono. Arrestato uno dei cognati

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Gennaio 2020 10:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio 2020 10:23
Brescia: accoltella i fratelli della moglie, poi lo investono e uccidono. Arrestato uno dei cognati

Un campo nomadi presidiato dalle forze di polizia (Foto archivio Ansa)

BRESCIA – Alta tensione nei campi nomadi a Brescia dove Omar Ghirardini, sinti di 35 anni e padre di sei figli è stato investito e ucciso venerdì sera, dopo una sanguinosa faida con i fratelli della moglie. All’alba di sabato, il cognato Renat Hadzovic, rom di 28 anni, è stato fermato. 

Secondo una prima ricostruzione, l’investitore sarebbe stato aggredito poco prima, insieme a due fratelli, dalla vittima per un litigio avvenuto all’interno di un campo nomadi per futili motivi. Ghirardini si era lamentato per il mancato invito ad una festa. Dopo aver sfregiato i tre cognati, fratelli della moglie, con un coltello, il 35enne si è allontanato e sarebbe stato seguito in strada da uno dei feriti che lo ha travolto in auto e ucciso.

Temendo nuove vendette, i campi nomadi a Brescia dove vivono i componenti delle due diverse famiglie coinvolte, sono stati presidiati per tutta la notte dalle forze dell’ordine. Intanto, in relazione all’accaduto, il prefetto di Brescia Attilio Visconti ha convocato per martedì prossimo una riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica per affrontare la vicenda proprio temendo nuove tensioni tra le famiglie della vittima e dell’investitore. 

Fonte: Ansa