Brescia, ricoverato a 29 anni per polmonite da legionella: è grave, trasferito a Monza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 settembre 2018 11:13 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2018 11:13
Legionella, ragazzo di 29 anni con polmonite: grave e trasferito a Monza

Brescia, ricoverato a 29 anni per polmonite da legionella: è grave, trasferito a Monza

MONZA – Un uomo di 29 anni colpito da una grave polmonite causata dalla legionella è stato trasferito all’ospedale San Gerardo di Monza. Il giovane era stato ricoverato al pronto soccorso di Gavardo, nella provincia di Brescia, con i primi sintomi e poi le sue condizioni sono precipitate. Per questo motivo i medici hanno disposto il trasferimento a Monza, dove è stato attaccato alla macchina Ecmo per la pulizia del sangue.

Nelle ultime settimane la psicosi da legionella si era diffusa nella provincia di Brescia, tanto che nel weekend dell’8 e 9 settembre i supermercati erano stati presi d’assalto per l’acquisto di acqua in bottiglia. Le autorità hanno rassicurato la popolazione, ma intanto un giovane è stato colpito dall’infezione e le sue condizioni sono gravi ma stabili.

L’uomo è stato trasferito al San Gerardo di Monza perché la struttura del bresciano dove è giunto al pronto soccorso non sarebbe stata in grado di garantire il corretto trattamento della malattia. E’ stato così chiesto ausilio al San Gerardo di Monza, che ha inviato immediatamente un’equipe di medici e un’ambulanza a prenderlo. Arrivato in Brianza, il 29 enne è sotto trattamento in terapia intensiva con i medicinali del caso e sottoposto a costante pulizia del sangue. La prima settimana di ricovero permetterà di stabilire se è possibile sciogliere la prognosi.

Finora i casi di legionella più gravi hanno riguardato persone in età avanzata. In questo caso invece si tratta di una persona di 29 anni che, proprio grazie alla sua giovane età, sembra aver maggiori capacità di reagire alle cure.