Brescia, uccide la figlia disabile: “Ero disperata”

Pubblicato il 29 Dicembre 2011 14:44 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2011 14:54

BRESCIA – Tragedia familiare a San Polo, un quartiere popolare di Brescia, in via Raffaello. Un' anziana ha ucciso la propria figlia disabile di 49 anni. La 76enne da sempre si prendeva cura delle due figlie, sorelle gemelle ed entrambe disabili. Sul posto la polizia.

L'assassina ha raccontato agli agenti di essere ormai esasperata per le gravi condizioni psichiche della figlia.

Dopo aver tentato di soffocarla, l'ha colpita alla testa con un bastone. A chiamare aiuto e' stata la sorella gemella della vittima. L'anziana ha atteso in casa l'arrivo dei poliziotti.