Brescia, ucciso a bastonate Kuma, il cane mascotte dei bambini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 agosto 2018 9:15 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2018 9:15
brescia kuma

Brescia, ucciso a bastonate Kuma, il cane mascotte dei bambini

BRESCIA – Ucciso a bastonate senza un apparente motivo. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] È morto così il pastore tedesco Kuma, beniamino dei bambini che frequentavano il centro equestre di Brescia.

L’animale, sparito nel nulla il 24 luglio scorso, è stato ritrovato morto sotto un mucchio di rami e sterpaglie, a pochi metri dalla cascina dove viveva, con evidenti segni di maltrattamenti. Il cane, che tutti chiamavano “il gigante buono”, era la mascotte dei bambini che frequentano il campus di equitazione: giocava con loro durante il giorno, li accompagnava durante le passeggiate e condivideva persino il pranzo, alla ricerca di briciole sotto al tavolo. Sul caso indagano i carabinieri.

”Un gesto così vile, crudele e di tale barbarie non può rimanere impunito. Abbiamo sporto denuncia contro ignoti e fatto certificare le cause della morte, faremo tutto il possibile per dare giustizia a Kuma” ha spiegato la proprietaria Alessia Arcari, che gestisce il maneggio San Michele di Bassano Bresciano, comune italiano di 2300 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia. A poche ore dalla scomparsa del cane, un pastore tedesco, i padroni avevano subito sporto denuncia ai carabinieri di Verolanuova, per furto o smarrimento.

Non avrebbero mai pensato però ad un epilogo così tragico. Dopo giorni di ricerche disperate in zona, il macabro ritrovamento è stato fatto da Camilla, l’altro pastore tedesco del maneggio, che durante l’ennesima uscita con i padroni ha iniziato a correre e scavare in un punto preciso, a trecento metri dal maneggio, sotto una pianta con i rami spezzati. E proprio hanno scoperto la carcassa dell’animale.