A Bresso (Milano) il contagio è cominciato con le partite a carte

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Marzo 2020 10:07 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2020 10:09
A Bresso (Milano) il contagio è cominciato con le partite a carte

Coronavirus, contagio a Bresso cominciato con una partita a carte (Ansa)

A Bresso (Milano) il contagio è cominciato con le partite a carte

Coronavirus, contagio a Bresso cominciato con una partita a carte (Ansa)

ROMA – Le partite a carte al circolo anziani. Così è cominciato il contagio a Bresso, comune dell’hinterland milanese di 25mila anime, contagio da coronavirus che finora ha fatto 20 vittime. Il focolaio si è sviluppato lì, al Circolo Lavoratori Libertas di via Cavour. 

Il locale era stato chiuso già dall’11 marzo, ma il contagio era già partito. Dai tavolini da gioco dove lo scambio obbligato delle carte, la prossimità con i compagni di gioco, tutto concorreva a trasmettere rapidamente il virus.

“Sappiamo che il nostro ‘paziente zero’ era un signore che abitava a Milano, nel quartiere Niguarda, ed era un assiduo frequentatore di uno storico circolo di Bresso, luogo d’incontro di tantissimi anziani”, ha raccontato il sindaco Simone Cairo all’ANSA.

“Da lì – ha proseguito il sindaco – il virus si è diffuso velocemente e ha colpito altre strutture, come il vicino centro anziani e anche alcuni bar che abbiamo subito chiuso”. (fonti Ansa e Corriere della Sera)