Bresso, legionella: campione d’acqua positivo in una fontana pubblica

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 luglio 2018 0:21 | Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2018 2:08
Bresso, legionella: campione d'acqua positivo

Bresso, legionella: campione d’acqua positivo in una fontana pubblica (foto Ansa)

BRESSO (MILANO) – Due campioni d’acqua positivi alle legionella, uno prelevato [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] nell’abitazione di una persona contagiata e un altro in una fontana pubblica di Bresso; è l’esito dei primi controlli nella cittadina dove si sono registrati 24 casi di infezione, tre dei dei quali hanno causato la morte di tre anziani.

Lo ha detto il direttore del dipartimento prevenzione dell’Ats di Milano, Giorgio Ciconali, rispondendo alla domanda di un cittadino bressese durante l’assemblea pubblica sull’emergenza legionella in corso in Comune.

Finora delle 12 colture portate a termine in tre abitazioni, due sono negative e una è positiva, ma dobbiamo aspettare 7-10 giorni per avere il risultato definitivo” ha detto Ciconali parlando ai cittadini. Inoltre “da un esame rapido che dice sì o no è emerso che nella ‘fontana del mappamondo’ c’è la legionella.

Per il momento la carica batterica non è pura al 100%, ma di quanto non è pura lo sapremo tra 8-10 giorni” ha aggiunto Ciconali, spiegando che mentre in questi giorni i campionamenti dei tecnici si sono concentrati nelle case da domani partiranno anche negli esercizi commerciali che hanno impianti aerosol che potrebbero essere sorgenti di legionella. Il sindaco Simone Cairo ha poi precisato che la fontana, che si trova in pieno centro, tra la sede del Comune e la chiesa principale, è “stata chiusa in via precauzionale” fin dai primi giorni dell’emergenza. L’altro campione positivo, è stato riferito dal primo cittadino, è stato prelevato a casa di uno delle prime tre persone contagiate.