Briatore, Zebina: “Da me non acquistò quadri”

Pubblicato il 19 ottobre 2011 19:30 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2011 19:56

TORINO – Flavio Briatore non ha acquistato nella galleria di Jonathan Zebina il quadro che, ieri, ha consegnato alla Procura di Torino perche' c'e' il sospetto che si tratti di un falso. Lo afferma, in un comunicato, lo stesso ex calciatore, che definisce lui e la galleria le ''uniche effettive parti offese nella vicenda''.

Zebina e' stato dal 2007 al 2020 titolare della galleria Jz Art Trading, di Milano, dalla quale – sottolinea – Briatore ''non ha mai acquistato alcuna opera d'arte''.

Nemmeno il quadro in questione, attribuito all'artista Mimmo Rotella, ''e' mai stato commercializzato nella mia galleria''. L'opera ''venne consegnata a mia insaputa a Briatore – dice Zebina – insieme a una serie di altre opere, appartenenti alle dotazioni di magazzino della mia galleria, da parte del signor Fabrizio Quiriti, ex direttore artistico della galleria suddetta e nei confronti del quale ho poi intrapreso una serie di iniziative giudiziarie, anche in sede penale, in ragione degli ammanchi che la gestione dello stesso Quiriti ha fatto poi registrare, costringendo la galleria d'arte alla chiusura''.

Briatore, aggiunge Zebina, ha quindi ''ricevuto e trattenuto le suddette opere a definizione di pregressi suoi personali rapporti economici intercorsi con il Quiriti, anch'esso originario, come il signor Briatore, di Cuneo, in danno della Jz Art Trading e del sottoscritto, uniche effettive parti offese nella vicenda''.

Zebina, che e' assistito dall'avvocato Giambattista Lomartire, osserva che l'inchiesta della Procura di Torino ha preso le mosse ''anche sulla base di iniziative da me assunte quale collezionista dell'artista Mimmo Rotella e dei consolidati rapporti che ho da tempo con la Fondazione Mimmo Rotella e il suo presidente, notaio Rocco Guglielmo, per la repressione della contraffazione e la tutela del patrimonio dell'artista, di cui sono profondo estimatore''.