Brignano (Bergamo), indiano querela Alfano: attende cittadinanza da 4 mesi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Maggio 2014 8:32 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2014 8:32
Brignano (Bergamo), indiano querela Alfano: attende cittadinanza da 4 mesi

Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano (Foto Lapresse)

BRIGNANO (BERGAMO) – Attende la cittadinanza italiana da quattro mesi e alla fine ha deciso di querelare il ministro dell’Interno, Angelino Alfano. La sua storia, di un indiano di 39 anni che vive a Brignano (Bergamo), è raccontata dall’Eco di Bergamo. 

“È tanto che aspetto. È ora che alla mia domanda di cittadinanza venga data una risposta”,

ha detto K.R. al quotidiano lombardo, spiegano il motivo che lo ha spinto, sabato 24 maggio, a presentare querela contro il ministro Alfano, i funzionari del ministero degli Interni, il Dipartimento per l’immigrazione e la Direzione centrale per i diritti civili.

Una decisione che trova fondamento in quanto previsto nella normativa sulla presentazione della domanda di cittadinanza italiana, dove si stabilisce che il trattamento della domanda da parte dell’autorità competente deve avvenire al massimo in 730 giorni, cioè due anni, dal momento in cui viene acquisita.

K.R, secondo quanto riferisce l’Eco di Bergamo, ha presentato la sua domanda alla Prefettura nel 2010 e, da allora, non ha più avuto alcun informazione sullo stato della pratica.

L’uomo, sposato e con una figlia minore, risiede in Italia da 18 anni.

La legge italiana stabilisce che, dopo dieci anni di residenza sul territorio italiano, un extracomunitario il diritto di presentare alla Prefettura la domanda per avere la cittadinanza italiana. Questa domanda viene trattata anche dal ministero degli Interni. Al termine dell’iter viene rilasciato all’extracomunitario un decreto cittadinanza con il quale lui deve andare al Comune di residenza a prestare il giuramento di fedeltà alla Repubblica italiana.