Brindisi, si apparta con prostituta in auto rubata. Ma gps lo trova: arrestato

Pubblicato il 7 Luglio 2012 17:40 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2012 18:53

BRINDISI – Rocambolesca fuga di un sessantenne di Oria, in provincia di Brindisi. L’uomo, al volante di un’auto rubata, si è prima appartato con una prostituta, poi per sfuggire ai carabinieri, dopo averli speronati, è precipitato in un canale di scolo. Mario Iurlaro, è stato infine arrestato in zona Restinco, a pochi chilometri da Brindisi.

L’uomo era al volante di una Fiat Panda il cui furto era stato denunciato sabato mattina a Martina Franca (Taranto). La vettura è dotata di un sistema antifurto con geolocalizzazione e la presenza dell’auto era stata segnalata in una zona di campagna vicino Brindisi, nei pressi di una vecchia masseria. Quando sono arrivati sul posto, i carabinieri della compagnia di Brindisi hanno appurato che all’interno dell’abitacolo c’erano due persone.

Il guidatore, alla vista dei militari, ha ingranato la marcia: ne è scaturito un inseguimento terminato quando il sessantenne è finito con l’auto contro un masso e poi in un canale. A rischiare la vita sono stati non solo il 60enne ma anche la donna, una giovane prostituta di nazionalità bulgara. Iurlaro e’ finito in cella per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione.