Bruciano ristorante cinese a Roma, poi confessano: “Eravamo annoiati”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 febbraio 2014 12:20 | Ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2014 12:20
Bruciano ristorante cinese a Roma, poi confessano: "Eravamo annoiati"

Bruciano ristorante cinese a Roma, poi confessano: “Eravamo annoiati”

ROMA – “Eravamo un po’ alticci e annoiati così abbiamo deciso di movimentare la serata” raccontano i ragazzi (tra i 16 e i 20 anni) che nella notte tra domenica e lunedì hanno bruciato un ristorante cinese a Trastevere, in pieno centro a Roma. Dopo l’incendio i carabinieri hanno subito individuato la comitiva di ragazzi, ancora nei pressi del ristorante. Poi la confessione: “Sì, siamo stati noi gli autori dell’incendio”. E il racconto: “Siamo andati ad un distributore – ha continuato il suo racconto l’adolescente – e abbiamo raccolto la benzina in una bottiglia di plastica. Poi siamo andati davanti al ristorante: abbiamo gettato la benzina sull’ingresso e abbiamo dato fuoco”.

Niente razzismo, niente criminalità, ci sarebbe solo la noia dietro l’incendio. Ora le famiglie dovranno risarcire il proprietario del ristorante.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other