Bullismo, a Napoli dodicenne denigrata e minacciata sui social perché obesa finisce in ospedale

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Giugno 2020 12:31 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2020 12:31
Bullismo, a Napoli dodicenne obesa denigrata e minacciata sui social

Bullismo, a Napoli dodicenne denigrata e minacciata sui social perché obesa finisce in ospedale (Foto archivio Ansa)

NAPOLI  –  Bullizzata tanto da avere un malore da due che si dicevano suoi amici. A Napoli una ragazzina di 12 anni è finita in ospedale per un malore dopo che due ragazzini di 13 e 14 anni l’hanno denigrata e umiliata anche con foto e minacce sui social perché obesa. 

La ragazzina è finita in ospedale alcune settimane fa per una sincope. 

I due presunti piccoli delinquenti avrebbero attaccato anche la madre della ragazzina, che aveva difeso la figlia rivolgendosi a uno dei genitori dei due giovani.

La donna ha presentato una denuncia ai carabinieri.  

Bullismo contro una ragazzina obesa a Napoli: il precedente di Vincenzo

Sempre Napoli è stata il teatro di un altro terribile episodio di bullismo ai danni di un ragazzino obeso. 

Era l’ottobre del 2014 quando Vincenzo, 14 anni, è finito in ospedale dopo essere stato seviziato con un compressore da un giovane di 24 anni in un autolavaggio di Pianura (Napoli). 

Vincenzo finì in ospedale. Qui fu sottoposto a un delicato intervento chirurgico durato cinque ore, necessario per prestare le prime cure al suo intestino lacerato. 

Un atto di violenza estrema perpetrata ai danni di Vincenzo per via dei suoi chili di troppo. Il presunto aggressore è un padre di famiglia, sposato e con un figlio. (Fonte: Ansa)