Bus dirottato a Crema, Adam e Ramy sono ufficialmente cittadini italiani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Luglio 2019 13:52 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2019 14:39
Terrore sul bus a Cremona, Adam e Ramy sono ufficialmente cittadini italiani

Adam e Ramy con Salvini (foto ANSA)

CREMONA – Da oggi 27 luglio Adam El Hamami e Ramy Shehata sono cittadini italiani. E’ stato infatti ufficialmente trascritto il conferimento della cittadinanza italiana dei due ragazzi della scuola Vailati di Crema, di origine marocchina ed egiziana, che hanno contribuito a sventare l’attentato al bus a bordo del quale viaggiavano coi compagni di scuola, poi incendiato dall’autista lo scorso 20 marzo. La cerimonia oggi nella Sala dei Ricevimenti del Comune di Crema. 

“Cittadini dei nostri cuori, prima ancora che dell’Italia, un Paese che vi chiediamo di continuare ad amare e servire”, ha detto il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, rivolgendosi ai due ragazzini che lo scorso 20 marzo, con un atto che il Presidente Sergio Mattarella nei suoi decreti definisce “di alto valore etico e civico”, hanno contribuito in modo decisivo a sventare la tentata strage del sequestratore dell’autobus.

La trascrizione è l’ultimo atto formale dopo la deliberazione del Consiglio dei Ministri adottata l’11 giugno, il decreto del Presidente della Repubblica del 14 giugno, e la richiesta ufficiale dei genitori di trascrizione dell’atto avvenuta due settimane fa. Trascrizione necessaria, per esempio, per la richiesta di carta d’identità che i due ragazzi hanno già presentato all’Anagrafe dopo la cerimonia. (fonte ANSA)