Busseto (Parma): pensionato imbraccia il fucile da caccia e ammazza il medico di famiglia

Pubblicato il 24 Ottobre 2010 20:24 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2010 21:09

Un medico di 59 anni di Busseto, in provincia di Parma, è stato ucciso nel pomeriggio di oggi, 24 ottobre, con un colpo di fucile da caccia al petto da un suo paziente che era andato a visitare a domicilio.

L’omicidio è avvenuto attorno alle 17,30 in una abitazione alle porte di Roncole Verdi, frazione della bassa parmense. Il medico si chiamava Claudio Carosino, l’omicida è Gianni Scaglioni, agricoltore pensionato di 79 anni.

Il medico, che andava frequentemente in visita dall’anziano, aveva appena varcato la porta di casa quando, lungo le scale di accesso all’appartamento vero e proprio, si è trovato di fronte il settantanovenne con in braccio l’arma.

Il pensionato ha immediatamente puntato il fucile da caccia, regolarmente denunciato, ed ha fatto fuoco una sola volta. La pallottola ha colpito in pieno petto Claudio Carosino che è morto sul colpo.

La fucilata è stata udita nell’abitazione accanto dove vivono il fratello di Gianni Scaglioni con moglie e figlio. Proprio loro, sentito lo sparo, sono andati nella casa dell’agricoltore e hanno scoperto il cadavere.

In casa, seduto sul divano del salotto, c’era il pensionato in evidente stato confusionale. Gianni Scaglioni, secondo una prima ricostruzione, soffriva da tempo di depressione.

Claudio Carosini, 59 anni, era molto conosciuto in tutta la provincia di Parma. Medico di famiglia da oltre trenta anni aveva tre ambulatori a Busseto, Roncole Verdi e Sant’Andrea.

Era molto impegnato anche nel sociale come presidente dell’associazione aiuti minori del terzo mondo, ente che si occupa di adozioni a distanza, e partecipava attivamente ai programmi di informazione sanitaria per il mondo giovanile. Lascia la moglie e due figli.

[gmap]