Bussoleno, gemelle trovate morte in casa: il cadavere di una era ridotto a scheletro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Maggio 2020 19:09 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2020 19:13
Bussoleno, gemelle trovate morte in casa: il cadavere di una era ridotto a scheletro

Bussoleno, gemelle trovate morte in casa: il cadavere di una era ridotto a scheletro (foto ANSA)

TORINO – I carabinieri di Susa hanno rinvenuto in un appartamento di Bussoleno, in provincia di Torino, i cadaveri di due sorelle gemelle in avanzato stato di decomposizione. Le donne, Maria e Vittoria Perottino, 66 anni, erano nubili, pensionate e senza parenti. 

Ad allertare i carabinieri è stata una vicina di casa, che non le vedeva da molti mesi.

I carabinieri, insieme con i vigili del fuoco, sono entrati nell’abitazione e hanno trovato il corpo di una donna ridotto a scheletro. Nella casa è stato avviato un sopralluogo al quale hanno poi partecipato anche i Sis, i nuclei investigativi dei carabinieri per le indagini scientifiche, e il medico legale, per verificare le cause della morte.

La prima era a terra in cucina, l’altra, sempre a terra, in camera da letto.

L’abitazione delle due donne si trova in zona Isolabella, tra il centro del paese e frazione Foresto.

Come riporta La Stampa, erano giorni che a Bussoleno girava voce che nessuno le aveva più viste.

Non a caso i vigili urbani avevano fatto un sopralluogo esterno alla casa per vedere se era abbandonata.

In tanti infatti avevano pensato che le due 66enni avessero lasciato l’abitazione. (fonti AGI, LA STAMPA)