Cadè (Reggio Emilia): birra troppo fredda, tenta di strangolare la barista

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Settembre 2019 13:43 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2019 13:43
Cadè (Reggio Emilia): birra troppo fredda, tenta di strangolare la barista cinese

I carabinieri in servizio a Cadè (foto Ansa)

ROMA – Gli aveva servito della birra troppo fredda e per questo ha tentato di strangolare la barista. Un 39enne marocchino è stato arrestato per tentato omicidio plurimo per aver aggredito, cercando di strangolarla, una barista cinese e alcune persone che hanno assistito alla scena. È successo nella notte in un bar di Reggio Emilia, frazione Cadè.

L’uomo, residente in provincia di Potenza e con precedenti, è entrato nel locale ordinando una birra, ma si è lamentato del fatto che fosse troppo fredda e ha cominciato a insultare la donna dietro al bancone e poi le ha lanciato contro una bottiglia.

La barista, cinese, l’ha rincorso con un mattarello, cacciandolo. Ma lui è tornato armato di un’asta metallica e l’ha colpita violentemente per poi arrivare quasi a strangolarla, provocandole lesioni per 40 giorni di prognosi. Diversi avventori hanno tentato di farlo desistere, ma lui li ha aggrediti. Quindi è salito sulla propria auto e ha cercato di investire sia la barista che i clienti. E’ fuggito, ma è stato rintracciato dai carabinieri che lo hanno fermato, non prima che speronasse una pattuglia.

Il pm di turno Iacopo Berardi ha formulato, oltre all’ipotesi reato di tentato omicidio, anche quelle di lesioni personali dolose e aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. L’uomo inoltre guidava in stato di ebbrezza, senza patente e assicurazione. (Fonte Ansa).