Sardegna, insegue turisti in barca: “Mi avete danneggiato il gommone. Vi uccido”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2018 7:00 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2018 19:07
Sardegna, insegue turisti in barca: "Mi avete danneggiato il gommone. Vi uccido"

Sardegna, insegue turisti in barca: “Mi avete danneggiato il gommone. Vi uccido” (Frame dal video)

CAGLIARI – E’ stato girato sulla costa di Cagliari un filmato scioccante in cui si vede un marinaio infuriato  che insegue un gruppo di turisti su barca al largo accusandoli di aver “danneggiato il gommone”.  Il video è stato girato da un altro turista: si vede l’uomo, di mezza età, a torso nudo che grida: “Vi ucciderò uno a uno”, tenta di salire sulla barca dei turisti e lanciarsi contro uno di loro ma viene spinto in acqua e lasciato in mare a nuotare disperatamente per raggiungere il gommone che si allontana tra le onde.

Il video rivela che uno dei tubi di gomma del gommone si è era rotto, probabilmente in seguito a una collisione e questo potrebbe essere il motivo dell’aggressione, secondo quanto riportato da La Nuova Sardegna.

Nel filmato, postato sui social media, l’uomo accelera verso la barca, cerca di accostare per poter salire a bordo ma proprio mentre sta per saltare, la barca si allontana dalla sua portata e definisce i turisti “pezzi di mer*da”.

Quando uno di loro gli chiede cosa intende fare, risponde: “Se vi raggiungo vi ucciderò uno a uno”. Corre per raggiungerli nuovamente e questa volta riesce a saltare a bordo, ma viene immediatamente affrontato da un giovane dell’equipaggio.

Mentre l’uomo cerca di afferrare il rivale per il collo questi lo spinge e lo butta in mare, si sentono le voci che lo definiscono “pazzo”. L’uomo continua a gridare: “Guarda il mio gommone”. Infatti si sta allontanando verso gli scogli e lui nuota per raggiungerlo, scrive il Daily Mail.

Non è noto se abbia riportato delle ferite o se l’episodio sia stato denunciato alla polizia ma il suo comportamento è stato pesantemente criticato sui social media; alcuni tuttavia hanno sostenuto che i turisti avrebbero dovuto aiutarlo. “Penso che aiutare chiunque sia caduto in mare, da parte dei marinai sia un obbligo morale” ha commentato un utente.