Cagliari/ Pietro Cambedda ha confessato di aver ucciso (a picconate) e seppellito la moglie

Pubblicato il 27 maggio 2009 17:59 | Ultimo aggiornamento: 27 maggio 2009 18:13

Elisabetta Bruno, la donna scomparsa un mese fa in provincia di Cagliari, fu uccisa dal marito, Pietro Cambedda. Il cadavere è stato ritrovato sepolto in un campo di fave di sua proprietà, in località San Pietro. La segnalazione è arrivata proprio dal marito che ha confessato l’omicidio.

Fu lo stesso Cambedda, il 19 aprile scorso, a denunciare la scomparsa della donna che, da quel momento, non diede più notizie di sè. Cambedda ha ammesso di avere ucciso Elisabetta Bruno a picconate, dopo una lite e per motivi passionali (la donna aveva scoperto che il marito teneva una relazione extra-coniugale).

Cambedda è stato arrestato per uxoricidio e occultamento di cadavere ed è stato condotto nel carcere di Buoncammino.