Cagnano Varano, il killer del maresciallo dieci giorni fa minacciò i carabinieri: “Ve la farò pagare”

di Gianluca Pace
Pubblicato il 13 aprile 2019 16:00 | Ultimo aggiornamento: 13 aprile 2019 16:00
Cagnano Varano, il killer del maresciallo dieci giorni fa minacciò  carabinieri: "Ve la farò pagare" (foto Ansa)

Cagnano Varano, il killer del maresciallo dieci giorni fa minacciò carabinieri: “Ve la farò pagare” (foto Ansa)

ROMA – Una decina di giorni fa, scrive l’agenzia “Adnkronos”, Giuseppe Papantuono, l’uomo che questa mattina a Cagnano Varano, in provincia di Foggia, ha fatto fuoco contro una pattuglia di carabinieri uccidendo il maresciallo Vincenzo Di Gennaro, avrebbe minacciato i militari dell’Arma in seguito ad una perquisizione. “Ve la farò pagare, vi sparo”, avrebbe detto il pregiudicato. Questo potrebbe forse spiegare il movente dell’azione omicida dell’uomo, che si è avvicinato a piedi all’auto di pattuglia facendo fuoco con una calibro 9. Ma queste sono solo le prime ricostruzioni. Restano tanti i condizionali. Almeno per ora.

Le parole del sindaco di Cagnano Varano.

“Conoscevo molto bene il maresciallo Vincenzo Di Gennaro – dice il sindaco di Cagnano Varano, Claudio Costanzucci all’agenzia “Ansa” – era nella nostra stazione carabinieri da molti anni, forse da oltre dieci anni. Era una presenza storica della caserma”.

“Oltre ad essere una persona molto disponibile era un uomo che faceva sempre il proprio dovere. E – continua il Sindaco – proprio facendo il suo dovere è caduto per lo Stato – È una tragedia per tutti noi che siamo una piccola comunità”.

Salvini su Twitter pubblica la foto dell’arresto di Papantuono.

Matteo Salvini esprime il proprio cordoglio per la morte del carabiniere nel foggiano. E pubblica la foto dell’assassino del maresciallo Vincenzo Di Gennaro mentre viene arrestato. “Io sono contro la pena di morte, ma un infame che ammazza un uomo, un Carabiniere, che sta facendo il suo lavoro, non merita di uscire di galera fino alla fine dei suoi giorni”.

Fonte: Ansa, Adnkronos.