Calabria, truffavano l’Unione Europea: sequestrate 14 aziende in 4 regioni

Pubblicato il 5 agosto 2010 10:16 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2010 10:56

Consistono nel patrimonio di 14 aziende del settore della trasformazione olivicola i beni, per un valore di settecento milioni di euro, sequestrati dalla Guardia di finanza nell’operazione che ha portato anche all’arresto di cinque imprenditori con l’accusa di avere attuato una truffa ai danni dell’Unione europea.

Per sette delle aziende il sequestro del patrimonio è totale, mentre per le altre sette è parziale. Le aziende destinatarie del provvedimento hanno sede in Calabria, nella Piana di Gioia Tauro, in Abruzzo, in Sicilia e in Toscana, mentre gli imprenditori arrestati sono tutti calabresi.

L’inchiesta è stata condotta dalla Procura della Repubblica di Palmi, che ha chiesto e ottenuto dal gip l’emissione delle ordinanze di custodia cautelare e il sequestro dei beni. Le persone indagate nell’inchiesta sono, complessivamente, venti.