Calci (Pisa), vasto incendio sul Monte Serra: case sgomberate FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 settembre 2018 0:24 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2018 1:39
calci pisa incendio

Calci (Pisa), vasto incendio sul Monte Serra: case sgomberate

PISA – Un vasto incendio sul monte Serra in un bosco sta minacciando diverse abitazioni a Calci, in provincia di Pisa. Sul posto stanno operando numerosi vigili del fuoco inviati anche dai comandi delle province limitrofe.

“Operare per lo spegnimento è impossibile. La popolazione più prossima deve lasciare le abitazioni”. Così via Facebook il sindaco di Calci (Pisa) Massimo Ghimenti. “Tutte le squadre sono dedicate alla protezione delle abitazioni – aggiunge -. Chi vede il fuoco vicino ci contatti immediatamente ed esca di casa”.

“E’ difficile, di notte, fare una stima dell’estensione dell’incendio – ha continuato il sindaco -. Sicuramente si tratta di una porzione enorme del bosco sul monte Serra. Stiamo evacuando diverse decine di persone”.

Tutte le squadre di vigili del fuoco e dei volontari della protezione civile stanno operando a protezione delle abitazioni. Le fiamme sono visibili a chilometri di distanza e moltissimi abitanti di Calci si sono riversati in strada e stanno affollando la piazza del municipio nel centro del paese. Secondo alcuni testimoni il rogo di questa notte sarebbe ancora più vasto di quello dell’ottobre 2011 che incenerì circa 50 ettari di bosco. Aperti la palestra e il Comune per ospitare le persone evacuate.

“Stiamo fronteggiando un incendio di bosco molto grosso e potente e abbiamo rischiato di perdere due squadre nello spegnimento”. Lo ha detto, parlando all’emittente tv Canale 50, il comandante dei vigili del fuoco di Pisa, Ugo D’Anna, riferendosi al rogo sviluppatosi sul monte Serra e che sta minacciando il centro abitato di Calci. “Ora – ha aggiunto – la cosa più importante è salvare il paese e abbiamo già allertato i Canadair per domani mattina. L’origine del rogo? Quasi certamente dolosa”.

Il rogo si è sviluppato più o meno nella stessa zona in cui una settimana fa era stato appiccato un altro incendio boschivo non distante dal luogo dove si trovano le antenne di numerose emittenti radiofoniche e televisive.