Caldo anomalo per un'altra settimana: non avveniva da marzo 2005

Pubblicato il 26 Marzo 2012 15:36 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2012 15:41

ROMA – Si apre un'altra settimana in compagnia del caldo anomalo. E' la previsione del meteorologo di 3bmeteo.com, Francesco Nucera. "E' tutta colpa – osserva – di un super anticiclone che continuerà a dominare sulla nostra Penisola. Dopo i fenomeni da instabilità generati da infiltrazioni fresche in quota, tutta la Penisola si troverà presto sotto una bolla calda stabilizzante". Per trovare un marzo così caldo, aggiunge 3bmeteo, bisogna risalire al 2005 quando Novara raggiunse i 29 gradi, 28 Milano Malpensa, 27 Piacenza.

Per meta' settimana, secondo l'esperto, si attendono 26 gradi a Verbania e Bolzano, 25 a Torino, Milano, Bologna, Parma e Grosseto 25, 24 a Prato, 23 a Firenze e Viterbo e 22 a Roma. "Si tratta di temperature – rileva il meteorologo – da inizio giugno, ben superiori alle medie climatiche di 5-8 gradi.

"Fa caldo anche in quota", dicono da 3bmeteo.com; la stazione di Monte Cimone (2100 m di quota) ha raggiunto nei giorni scorsi la temperatura massima di 11,2 gradi, eguagliando il record mensile del 12 marzo 1990. Ad un passo dal record anche Trieste (23,4 gradi, record mensile di 23,9 gradi del marzo 1968) e Grosseto (24,6 gradi, record mensile di 25,6 del marzo 1989).

Le temperature piu' calde della media, secondo il meteorologo, fanno inoltre aggravare "la siccità al Centro Nord ove il deficit complessivo nel trimestre dicembre-febbraio e' superiore al 50-60%, ma anche oltre il 75% tra Piemonte e Lombardia. Il livello dei laghi di Como, Garda e Maggiore è tra i 20 e i 50 cm al di sotto della media del periodo". "Drammatica" la situazione-neve sulle Alpi ove il deficit è del 60-65% rispetto alla media.

Il caldo fuori stagione, sempre secondo 3bmeteo, subirà una attenuazione nel fine settimana. La situazione non cambierà di molto nel prosieguo tanto che anche aprile sarà spesso in compagnia dell'alta pressione. Tuttavia questo dominio sarà scalfito dal passaggio di fronti instabili con un mese termicamente nella media, ma più piovoso rispetto a Marzo.