Caldo, emergenza acqua: vietato bagnare giardino, auto e…sprechi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 luglio 2015 9:56 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2015 11:18
Caldo, emergenza acqua: divieti contro gli sprechi tra giardino, auto e...

Caldo, emergenza acqua: divieti contro gli sprechi tra giardino, auto e…

ROMA – Il grande caldo è arrivato, accompagnato come ogni estate dall‘emergenza acqua. Poche precipitazioni e aumento dei consumi idrici portano alla siccità e i Comuni si ritrovano a dover razionalizzare le riserve idriche. Scattano allora i divieti necessari: non si annaffia il giardino, non si lava l’auto, né tantomeno si riempiono piscine.

Un problema non solo italiano, se pensiamo alla California dove dopo 4 anni di siccità la Commissione per l’acqua ha approvato nuovi divieti limitando la quantità di acqua che può essere usata per innaffiare i giardini di case, imprese e scuole, come scrive il Los Angeles Times.

A lanciare l’allarme per l’Italia, scrive l’Eco di Bergamo, è Uniacque:

“L’avviso è comparso sul sito web di Uniacque. In particolare, nei Comuni di Albino (limitatamente alle frazioni della Valle del Lujo: Abbazia, Casale, Dossello, Fiobbio e Vall’Alta), Bianzano, Cene (limitatamente alla località Monte Bò), Clusone, Fino Del Monte, Foresto Sparso, Gorno, Oneta, Predore, Rovetta, Rogno, Spinone Al Lago, Songavazzo, Villongo e Vilminore di Scalve (limitatamente alle frazioni Nona, Pezzolo e Bueggio)

«è stata richiesta l’emanazione di una specifica ordinanza sindacale – si legge nell’avviso online – che limiti i consumi ai soli usi essenziali, alimentari ed igienici, vietando gli altri usi (quali l’innaffiamento dei giardini, il lavaggio auto, il riempimento di piscine, etc.), anche allo scopo di evitare i disagi che potrebbero derivare da possibili carenze nell’erogazione dell’acqua.

Anche Hidrogest, società di riferimento dell’Isola Bergamasca e della Val San Martino per la gestione del servizio idrico integrato, ha diffuso un invito a «razionalizzare l’utilizzo e a risparmiare la risorsa idrica, per evitare possibili criticità»”.