Caldo killer: a Genova cinque morti sospette

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 agosto 2018 5:40 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2018 20:40

Caldo killer: a Genova cinque morti sospette (Foto Ansa)

GENOVA  –  Caldo killer: è probabilmente l’afa di questi giorni la causa della morte di cinque persone tra domenica e lunedì a Genova e in provincia. Proprio il capoluogo ligure ed ad altri nove centri urbani (Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Milano, Perugia, Trieste, Venezia e Verona) anche martedì e mercoledì saranno contrassegnate con il bollino rosso’ del ministero della Salute, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] che indica il massimo livello di rischio da ondate di calore per tutti i cittadini, non solo quindi le fasce a rischio. E a queste dieci città si aggiungerà l’8 agosto Roma, contrassegnata finora dal ‘bollino arancione’, che indica condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute nei sottogruppi di popolazione più suscettibili.

A Genova già sabato erano state due le morti riconducibili al caldo, e altre due nell’Imperiese. Una delle vittime è un uomo di 46 anni che aveva febbre alta ed è morto nella sua casa in via Noli. Aveva chiamato la guardia medica perché respirava male: il medico lo ha visitato e ha chiamato il 118 ma nonostante l’arrivo tempestivo dell’ambulanza l’uomo è morto quasi subito. Il magistrato ha aperto un’inchiesta.

Gli altri decessi sono tutti di anziani, tra gli 80 e gli 85 anni, trovati privi di vita nelle loro abitazioni tra Genova e Zoagli. Sarebbero tutti morti per debilitazione da caldo. Le temperature percepite sono di 37 gradi. Le previsioni per i prossimi giorni, affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo, sono per la persistenza del caldo e dell’afa specialmente nel Centro-Sud, dove rimarrà il disagio anche durante le ore notturne.

A differenza degli ultimi giorni, alcuni temporali tenderanno a formarsi soprattutto sulle regioni settentrionali. Al Sud e sulle Isole, invece, nella seconda parte della settimana il tempo diverrà più stabile. Nel dettaglio, anche martedì prevarranno il sole e molto caldo in gran parte del Paese. Qualche temporale isolato, specie nelle ore pomeridiane, è previsto su Sardegna, Umbria, zone interne di Lazio e Toscana, Alpi. Fra il tardo pomeriggio e la serata saranno possibili temporali anche in pianura su Piemonte e ovest Lombardia.

Anche mercoledì sarà una giornata tipicamente estiva. Da segnalare solo qualche temporale isolato al Centro, specie sulle zone interne, in Sardegna, sull’Emilia Romagna e lungo le Alpi. Anche nella seconda parte della settimana il clima continuerà a essere molto caldo in tutta Italia, in particolare al Centro-Sud. Al Nord il caldo si attenuerà a partire da venerdì, grazie a una perturbazione a carattere di fronte freddo che lambirà le Alpi.