Caldo. Nessuna tregua, giovedi allarme in 14 città del Centrosud

Pubblicato il 5 agosto 2015 18:20 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2015 18:20
Una fontanella a Roma

Una fontanella a Roma

ROMA – Dopo un luglio da record, l’inizio di agosto non e’ da meno: giovedi – si legge sul sito del Ministero della Salute – sono nove le citta’ contrassegnate dal bollino rosso, il livello di allarme piu’ alto per quanto riguarda il caldo, mentre altre cinque citta’ sono segnate con il bollino arancione, livello 2 che indica un caldo leggermente inferiore.

Non c’e’ tregua dunque al caldo e all’afa che da settimane tormentano gli italiani: “In questa Estate 2015 l’anticiclone africano sembra avere davvero molteplici vite: viene di tanto in tanto fatto barcollare dalle perturbazioni nord atlantiche – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com – ma di fatto non molla la presa sul Mediterraneo dove continuerà ad inviare masse d’aria molto calda direttamente dall’Algeria.

Analogamente a quanto successo nei primi di Luglio, il caldo africano questa volta riuscirà a spingersi anche oltralpe, dilagando sull’Europa centrale”. “Il Centronord risulterà il target primario dell’onda calda” – prosegue l’esperto – tanto che giovedi torneremo a raggiungere se non superare punte di 35-36°C in particolare su Valpadana, Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna. Qualche grado in meno invece su adriatiche e al Sud, per quanto comunque caldo, grazie a deboli venti dai Balcani. Tra le città più roventi ancora una volta Torino, Milano, Verona, Trento, Bologna, Firenze, Perugia, Roma e Nuoro”.

“Non mancheranno comunque locali temporali di calore – avverte 3bmeteo.com – che bucheranno l’anticiclone tra le ore pomeridiani e serali; i fenomeni saranno occasionali ma più probabili al Sud e Sicilia soprattutto nella seconda parte della settimana, nonché sull’Appennino centrale. Da segnalare un veloce passaggio temporalesco anche sulle Alpi nella giornata di martedì”.

Ma quanto durerà questa nuova ondata di caldo? “Almeno 7-8 giorni – spiegano gli esperti – nella settimana di Ferragosto invece qualcosa potrebbe cambiare con l’arrivo di qualche temporale in più per lieve indebolimento dell’anticiclone africano. Le temperature potrebbero dunque subire una generale ridimensionata, specie al Nord, ma il clima si manterrebbe comunque caldo e con valori termici a tratti sopra la media”.

Intanto anche mercoledi e’ stata una giornata all’insegna del caldo africano: in Sardegna – secondo i dati forniti dall’ufficio meteo dell’Aeronautica Militare di Decimonannu, le temperature percepite sono state decisamente alte. Ben 42 gradi a Villasimius e 41 ad Alghero. Aria irrespirabile anche a Bosa e Orosei, con 38 gradi, e a Cagliari, Iglesias, Carloforte e Ghilarza con 37. Un’allerta per calore sull’Emilia-Romagna è stata diffusa dall’Agenzia Regionale di Protezione civile. La fase di attenzione è attiva per 50 ore, fino alle 18 di venerdì.