Calenzano, don Paolo Glaentzer non va in carcere. E durante l’interrogatorio si difende: “Pensavo avesse 15 anni”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 luglio 2018 17:45 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2018 17:45
Calenzano, don Paolo Glaentzer non va in carcere. E durante l'interrogatorio si difende: "Pensavo avesse 15 anni" (foto Ansa)

Calenzano, don Paolo Glaentzer non va in carcere. E durante l’interrogatorio si difende: “Pensavo avesse 15 anni” (foto Ansa)

FIRENZE – “Ignoravo l’età, pensavo [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] che avesse qualche anno in più, tipo 14, 15 anni”. Queste le parole di don Paolo Glaentzer, arrestato con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una bimba di 10 anni, durante l’interrogatorio del 24 luglio davanti al pm. Il prete ha confessato anche di aver avuto incontri analoghi con la bimba “almeno altre tre volte”, specificando poi che era sempre stata la piccola a prendere l’iniziativa.

Niente carcere ma arresti domiciliari. Il prete arrestato per violenza sessuale su una bimba di 10 anni avrebbe potuto ancora abusare di lei, se non fosse stato sorpreso da due vicini di casa e poi bloccato dai carabinieri. Lo afferma il gip di Prato Francesco Pallini, nell’ordinanza che dispone per il 70enne la misura della custodia cautelare ai domiciliari nella sua abitazione in una frazione di Bagni di Lucca (Lucca). Per il gip nei fatti confessati si dimostra “un pervicace radicamento dell’indagato in siffatte devianti e illecite modalità di condotta”.