Canicattì (Agrigento): uccise a coltellate l’ex moglie, pensionato condannato a 16 anni

Pubblicato il 30 Marzo 2011 21:58 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2011 22:00

CANICATTI’ (AGRIGENTO) – Una condanna a 16 anni e 4 mesi, più una provvisionale di 100 mila euro da corrispondere ai familiari della vittima.  E’ la pena decisa in rito abbreviato dal gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, per Calogero Onolfo, 73 anni, pensionato condannato per l’omicidio della ex moglie romena, Constanta Paduraru, 52 anni.

I fatti risalgono al 31 gennaio 2010, quando vicino alla chiesa di San Domenico a Canicattì, in quella che era una domenica mattina, la donna era stata ferita da una serie di coltellate. Deceduta poco dopo l’aggressione, aveva però fatto in tempo a indicare nell’ex coniuge il colpevole, che aveva agito di fronte a numerosi testimoni.

I carabinieri individuarono quel giorno stesso il movente nel fatto che la donna si rifiutasse di tornare a vivere col pensionato. L’arma del delitto, che secondo gli investigatori fu un lungo e acuminato coltello da cucina, non è’ mai stata ritrovata.

[gmap]