Cronaca Italia

Camaiore, le casalinghe del paese andavano con gli immigrati nel centro d’accoglienza

camaiore-casalinghe

Camaiore, le casalinghe del paese andavano con gli immigrati nel centro d’accoglienza

ROMA – A Camaiore, in provincia di Lucca, una denuncia di Forza Italia ha aperto un caso. Tutto è iniziato perché gli abitanti di un quartiere dove c’è un centro della Misericordia che ospita un gruppo di migranti, si sono rivolti al sindaco lamentando che i richiedenti asilo, tutti africani, la sera accoglievano in casa per qualche ora le loro amiche di colore. Ma, come si legge sul quotidiano La Nazione, dopo una serie di appostamenti e di ricerche si è scoperto che tra quelle donne c’erano anche molte signore del paese.

Le segnalazioni dei vicini – riporta il quotidiano -, l’interrogazione del capogruppo di Forza Italia Riccardo Erra, e i controlli fatti fare dal sindaco renziano Alessandro Del Dotto, hanno buttato all’aria tutto. Durante un sopralluogo a sorpresa ha trovato sotto i letti dei migranti, alcune ragazze di colore. Ma quella casa era stata assegnata a soli maschi, e il regolamento dell’accoglienza vieta che ospitino altre persone.

Durante gli appostamenti serali, però, è stato notato che le auto che si fermavano per un paio d’ore erano di donne bianche, giovani e meno giovani, e anche riconoscibili. A volte le signore camaioresi arrivavano in piccoli gruppi.

Ma le donne non ricambiavano in denaro.

Non ci sarebbe stata nessuna contropartita offerta dalle signore, in questo caso la richiesta dei ragazzi, accettata, per intrattenersi con le allegre signore e signorine sarebbe stata una consistente ricarica sul telefonino cellulare.

To Top