Camairago (Lodi), indiano trovato morto nella cascina dove lavorava: ipotesi overdose

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Agosto 2019 20:06 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2019 20:07
Camairago (Lodi), indiano morto

Un’ambulanza in servizio (Ansa)

CAMAIRAGO (LODI)  – Un uomo di 42 anni di origine indiana è stato trovato senza vita in una cascina di Camairago (Lodi), dove lavorava. A scoprire il cadavere è stato un collega che lo stava cercando dopo che si era assentato per oltre mezz’ora durante il turno iniziato prima dell’alba. Nella stanza, a quanto si apprende, i Carabinieri avrebbero rinvenuto degli stupefacenti.

Gli inquirenti con il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro si affidano all’autopsia per capire la causa del decesso. Non si esclude un’ overdose provocata da inalazione di stupefacenti. 

Milano, cadavere in decomposizione trovato nel boschetto della droga 

Un morto per droga non solo a Camairago. Un cadavere in avanzato stato di decomposizione, lo scorso 25 luglio è stato trovato nel boschetto di Rogoredo, il “famoso” boschetto della droga in cui viene consumata l’eroina a Milano. La polizia è intervenuta dopo che il cadavere è stato segnalato da un passante a ridosso del muro della ferrovia.

Il cadavere è stato trovato intorno alle 23.40 dagli agenti in via Sant’Arialdo ed era nascosto tra le piante, in cui si trovava da più di una settimana. Si tratta di un uomo italiano di 35 anni che già da un mese aveva fatto perdere le sue tracce. La vittima dopo un periodo in una comunità di recupero era sparito. L’uomo aveva precedenti per droga e reati contro il patrimonio connessi alla tossicodipendenza. 

Fonte: Ansa