Camera: maggioranza battuta sull’inversione dell’ordine del giorno

Pubblicato il 9 Marzo 2010 12:12 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2010 12:13

Maggioranza battuta per tre voti nell’Aula della Camera. L’Assemblea di Montecitorio ha approvato, con il voto contrario di Pdl e Lega, l’inversione dell’ordine del giorno proposta dall’opposizione, con l’obiettivo di passare all’esame del testo sulle cure palliative prima del decreto legge in materia di enti locali. L’esame del decreto, ha chiarito il vicepresidente Rocco Buttiglione, passa a domani.

Il risultato della votazione, avvenuta senza registrazione dei nomi, è stato salutato da un fragoroso applauso dai banchi dell’opposizione. Pdl e Lega avevano manifestato contrarietà all’inversione dell’ordine del giorno, ed hanno dovuto subire il voto per le assenze prevalentemente nei banchi del Pdl. Dopo il voto, teoricamente, si dovrebbe passare al punto successivo all’ordine del giorno, ovvero il decreto legge sul’Agenzia per i beni confiscati alla criminalità organizzata, ma l’opposizione chiede comunque che si vada direttamente al testo sulle cure palliative. Su questo ci sarà in Aula un nuovo voto.