Camionista ucciso dai cani, tre indagati per omicidio colposo

Pubblicato il 1 Marzo 2012 17:54 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2012 18:08

LIVORNO – Ci sono tre indagati per omicidio colposo nell'inchiesta per la morte di Vito Guastella, il camionista di 50 anni ucciso lunedi' dall'attacco di 8 cani in un piazzale di una ditta di autotrasporti a Biscottino, nel Comune di Collesalvetti (Livorno).

Uno e' il proprietario dell'area della tragedia, Giuseppe Di Leo, come scritto oggi dal 'Tirreno'. Gli altri due nomi nel registro degli indagati sono quelli di Rodica Trofin, una romena di 52 anni che vive in una roulotte parcheggiata nel piazzale e che avrebbe spesso nutrito il branco di cani, e Claudio Giacalone, 58 anni, un camionista di origine siciliana (non dipendente del Di Leo) che pure vive in un fabbricato che si trova nell'area e amico della donna.

La Procura intanto ha fissato l'autopsia sul corpo di Guastella per lunedi'.