Camorra: arrestati per corruzione 4 carabinieri

Pubblicato il 15 Marzo 2010 19:16 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2010 19:18

Quattro carabinieri sono stati arrestati per corruzione aggravata, a Napoli, e sono accusati di aver favorito il prosieguo delle attività di spaccio di quattro elementi dei cosiddetti Scissionisti del clan Di Lauro (a loro volta finiti in manette, per lo stesso reato) in cambio di piccoli ‘regali’.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita dai carabinieri del nucleo investigativo di Napoli. I camorristi favoriti fanno parte del clan protagonista della sanguinosa faida esplosa negli anni scorsi nella periferia nord di Napoli: una guerra di camorra dovuta proprio ai dissidi riguardanti il controllo del mercato della droga.

A far luce sul caso di corruzione è stato uno degli arrestati, il collaboratore di giustizia Salvatore Vizioli, 24 anni, ritenuto membro del clan.

Gli altri tre Scissionisti sono Giuseppe e Ciro Bastone, due fratelli, rispettivamente di 28 e 25 anni, e Vincenzo Spera, di 31 anni. Sulla dichiarazioni del pentito, hanno indagato i carabinieri del nucleo investigativo, che hanno accertato gli episodi di corruzione: in cambio di piccoli regali, secondo quanto si apprende, i carabinieri arrestati avrebbero favorito le attività di spaccio con omissioni di vario genere.