Camorra, preso a Terzigno Gaetano Magliulo, boss scissionista del clan Falanga-Di Gioia

Pubblicato il 12 Novembre 2010 16:13 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2010 16:43

Era latitante dal dicembre dello scorso anno, ma alla fine i carabinieri l’hanno scovato a Terzigno (Napoli), dove si nascondeva in un container. In manette è finito Gaetano Magliulo, ritenuto a capo della frangia scissionista del clan Falanga-Di Gioia, organizzazione camorristica attiva a Torre del Greco.

I carabinieri del Nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno catturato l’uomo, 47 anni, a Terzigno: Magliulo, sorvegliato speciale, era latitante dal dicembre del 2009.

Ritenuto a capo della frangia scissionista dei ”Falanga-Di Gioia”, era destinatario di tre diversi provvedimenti restrittivi: un decreto di fermo emesso dalla Dda di Napoli il 18 dicembre dello scorso anno per estorsione e rapina aggravati dal metodo mafioso; un ordine di custodia cautelare in carcere  per associazione per delinquere di tipo mafioso ed estorsione aggravata dal metodo mafioso, e un ordine di custodia cautelare in carcere per violenza privata e minaccia con l’aggravante del metodo mafioso.

Magliulo si nascondeva in un container sistemato su un terreno in via dei Monaci a Terzigno che era stato adibito a vera e propria abitazione. Ora è rinchiuso nel carcere di Poggioreale.

[gmap]