Campagne elettorali per la Miss Italia “paesana”. Slogan sul web di sindaci e assessori

Pubblicato il 11 Settembre 2010 17:52 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2010 17:53

Per Miss Italia i sindaci delle città scendono in campo e organizzano una vera e propria campagna elettorale per la candidata di appartenenza in concorso a Salsomaggiore.  E la fantasia non manca per far vincere la propria concittadina.

Carmen Bonino, assessore alla Cultura di Nichelino (Torino) ha dato vita a un gruppo su Facebook per la numero 31 Roberta Bonasia. “Come donna e come assessore sono orgogliosa di avere una nostra ragazza al concorso”. È ancora poco convincente: gli iscritti sono 4. In Liguria non bastavano i duecentomila volantini distribuiti da Sarzana a Ventimiglia per Giulia Massari (la numero 11, su Facebook 567 amici) con la complicità dell’assessore alla Cultura di Rapallo Giovanni Arena: è sceso in campo pure l’assessore regionale al Turismo Angelo Berlangieri. Il suo slogan: “L’incontestabile appeal delle nostre due ragazze in gara non basta, bisogna aiutarle rispondendo numerosi al televoto”. 

Appello a non disertare il telecomando, anche da parte del sindaco di Venafro (Isernia), Nicandro Cotugno. “Invito tutti i molisani affinché la giovane Ilary (Bucci, ndr, numero 25 e 472 fan su Facebook) possa dare una nuova occasione alla nostra regione per imporsi all’attenzione dell’intero Paese”. E a Noale (Venezia), l’amministrazione comunale sta telefonando a casa a tutte le sue seimila famiglie con un messaggio registrato che sponsorizza la numero 35, Giulia Frasson.

Tifo strapaesano a parte, il concorso si prepara al grande debutto di sabato sera, primo appuntamento su Rai Uno dedicato alla consegna della fascia di Miss Cinema. Saranno in gara soltanto in trenta (le altre trenta sfileranno domani per il titolo di Miss Eleganza) e la giuria tecnica in trasmissione sarà composta da quei cattivoni di Guillermo Mariotto e Rita Rusic, più Ridge e Brooke (Ronn Moss e Katherine Kelly Lang). La vincitrice avrà una parte nel prossimo film della Rusic, a riprova dello sforzo di Miss Italia di fare da ufficio di collocamento.

Altezza nessuna bellezza: sfileranno sette ragazze sotto il metro e settanta. La più bassa? Un metro e 65 per Eliana Cartella, la numero 18, segni particolari: ex fidanzata della Trota Renzo Bossi e amica speciale di Mario Balotelli. Ecco la squadra in tivù. Kaiser Carlucci (Milly) conduce. L’esercito regio (Emanuele Filiberto) intervista. Patrizia Mirigliani patron, per la prima volta senza il padre. “È rimasto a Roma, ma sta bene”. Un saluto speciale al signor Enzo.