Campania, De Luca mette le mani avanti: “Anche oggi avremo 700 positivi, quasi tutti asintomatici”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Ottobre 2020 14:01 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2020 14:01
Campania, De Luca

Campania, De Luca: “700 positivi anche oggi” (Ansa)

“Abbiamo molti asintomatici, tra gli oltre 700 positivi che avremo anche oggi, il 90-95% è asintomatico”.

Lo ha detto il presidente della Regione Campania De Luca, anticipando l’alto numero di positivi al covid19 che verrà annunciato anche oggi.

“Queste persone vanno collocate – ha detto – in isolamento domiciliare e non vanno in ospedale. Però se si alza l’età media dei contagi dobbiamo aspettarci anche ricoveri ulteriori.

Con due novità che non avevamo 6 mesi fa, l’apertura delle scuole e la stagione dell’epidemia influenzale”.

In ogni caso “si prenderanno tutte le decisioni necessarie, non le decisioni più comode. Quelle più necessarie per tutelare la sicurezza delle nostre famiglie”, ha detto rispondendo ai cronisti.

Campania, De Luca chiuderà i confini? “Situazione sotto controllo”

Si discute infatti l’opportunità di chiedere al Governo la chiusura dei confini della Regione.

“Dipende dal contagio e dall’evoluzione del contagio – ha detto – per adesso abbiamo una situazione che mi pare sotto controllo”.

A Roma per chiedere ad Arcuri forniture per ventilatori polmonoari

“Lavoriamo per avere 500 posti di terapia intensiva pronti, compresi quelli che erano vuoti e qualche giornalista ci domandava come mai sono vuoti? Adesso per la loro soddisfazione potranno essere riempiti”, ha dichiarato sottolineando l’apertura del covid center di Caserta.

“Ieri abbiamo parlato con Arcuri – ha spiegato – delle forniture di ventilatori polmonari. Noi abbiamo avuto ad aprile 130 ricoveri in terapia intensiva, il picco, il il nostro obiettivo ora è di avere il triplo di terapie intensive attrezzate”.

De Magistris: “Vedere De Luca correre a Roma mi preoccupa”

“Vedere De Luca che corre a Roma a chiedere soccorso dopo aver detto, fino a prima del voto, che la situazione era sotto controllo, mi preoccupa.

Soprattutto alla luce di tutti i soldi che sono stati impegnati in Italia e con procedure straordinarie”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in merito agli incontri di ieri nella Capitale del presidente della Regione Campania. (fonte Ansa)