Campania, maledizione dei cimiteri, donne cadono nelle tombe: 1 morta, 2 ferite

di Emiliano Condò
Pubblicato il 31 Ottobre 2013 19:51 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2013 19:51

tombaROMA – Tre incidenti tutti in provincia di Napoli in  meno di 24 ore. In totale un morto e due feriti. Tre incidenti tutti simili: donne che vanno al cimitero e cadono in una tomba. Antonietta Testa, 75 anni, il 30 ottobre ci ha rimesso la vita. Altre due signore sono state più fortunate e se la sono cavate con qualche ferita e in un caso, con una chiamata ai pompieri.

D’accordo: si avvicina il 2 novembre e quindi i cimiteri sono più frequentati. Certo la densità di incidenti stupisce e inquieta. Mercoledì 30 ottobre Antonietta Testa va nel cimitero di Pompei. Lì c’è la tomba del marito. La donna mette il piede su una lastra che cede, cade e muore. Caso sfortunato che scatena la caccia ai numeri per il Lotto dei testimoni. E i numeri sono serviti e arrivano sul web quasi subito: 6 la profondità della caduta, 72 la meraviglia, 73 l’ospedale, 89 il cimitero e 90 la paura.

La mattina successiva sempre a Pompei una donna di 37 anni pulisce la tomba del suocero. Scivola e cade all’indietro. E sfortuna vuole che cada in una buca: si stava scavando una nuova tomba. Una brutta caduta: la donna finisce in ospedale con ferite alle gambe e all’addome.

Nella stessa mattinata, a Boscotrecase, una donna di 60 anni entra nella tomba di famiglia. Una lastra cede e la donna scivola. Si incastra e per tirarla fuori servono i pompieri. Delle tre è la più fortunata: se la cava con ferite lievi.