Campione d’Italia, un commissario per il casinò: la norma in manovra

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 dicembre 2018 18:02 | Ultimo aggiornamento: 21 dicembre 2018 18:02
Campione d'Italia, un commissario per il casinò: la norma in manovra

Campione d’Italia, un commissario per il casinò: la norma in manovra (Foto Ansa)

ROMA  –  Arriva la norma “salva Campione d’Italia”: è stato pubblicato sulla Gazzetta il decreto legge fiscale che contiene all’articolo 25 comma 8 i provvedimenti “salva Campione”. All’interno del dl è prevista la nomina di un commissario straordinario con decreto del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, entro i prossimi 30 giorni, per “valutare la sussistenza delle condizioni per individuare un nuovo soggetto giuridico per la gestione della Casa da gioco”.

Il commissario, una volta nominato, avrà 45 giorni di tempo per predisporre un nuovo piano. Intanto i 480 lavoratori del Casinò da fine mese saranno lasciati a casa, mentre 86 dei 103 dipendenti comunali attendono l’esito del ricorso al Tar del Lazio, previsto per la metà di febbraio. 

Lo scorso 10 dicembre l’incontro in Regione Lombardia con i lavoratori si è risolto con una fumata nera per 482 dipendenti. Rsu e sindacati avevano chiesto una sospensione dei licenziamenti in attesa della nomina del commissario straordinario. Una sorta di proroga, unita però alla concessione di un contributo o un ammortizzatore sociale per venire incontro alle esigenze dei lavoratori senza stipendio dal luglio scorso, simile alla sospensione concessa la scorsa settimana dal Tar del Lazio rispetto al taglio degli 86 impiegati comunali, inseriti dopo il default nella lista degli esuberi. Ai dipendenti del casinò residenti in paese non resterà che presentare domanda di disoccupazione, già concessa invece da settembre ai lavoratori del casinò che vivono in Svizzera.