Campobasso, agente punta pistola contro detenuto: sospeso dal servizio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Febbraio 2019 15:10 | Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio 2019 15:10
Campobasso, agente penitenziaria sospeso: puntò arma a detenuto

Campobasso, agente punta pistola contro detenuto: sospeso dal servizio (Foto archivio Ansa)

CAMPOBASSO – L’agente della polizia penitenziaria che ha puntato la pistola contro un detenuto è stato sospeso dal servizio. L’episodio risale al 30 gennaio, quando il detenuto ha tentato di fuggire e gli agenti lo hanno seguito, immobilizzato e poi lo hanno schiaffeggiato e minacciato con l’arma. L’agente che lavora nel carcere di Campobasso è stato oggetto di una sospensione cautelare dal servizio fino a quando non sarà concluso il procedimento disciplinare.

Francesco Basentini, Capo Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria (Dap), ha inflitto all’Assistente Capo della Polizia Penitenziaria la sospensione cautelare, che prevede anche la  concessione di un assegno alimentare pari alla metà dello stipendio e degli altri assegni a carattere fisso. Il comportamento ritenuto non lecito è quello di aver minacciato con la pistola il detenuto che si era già arreso dopo il tentativo di  fuga, ha spiegato Basentini: “Si è reso opportuno procedere alla sospensione dal servizio dell’Assistente Capo anche prima che sia iniziato o esaurito il procedimento disciplinare al fine di tutelare immediatamente sia l’ordinato svolgimento dell’attività dell’Amministrazione sia il prestigio, l’imparzialità e l’immagine della stessa”.