Campobasso, ingegnere si getta dal cavalcavia della tangenziale est e muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 luglio 2018 14:34 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2018 14:34

Campobasso, ingegnere si getta dal cavalcavia della tangenziale est e muore

CAMPOBASSO – Un ingegnere di 38 anni si è tolto la vita il 17 luglio gettandosi nel vuoto dal viadotto della tangenziale est di Campobasso. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il motivo del gesto estremo sarebbe per problemi familiari. La tragedia si è consumata sul viadotto nel tratto tra la ditta di autodemolizioni Cipullo e il vicino distributore di benzina.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo la sera di martedì intorno alle 23 è arrivato sul viadotto, ha parcheggiato e poi si è lanciato nel vuoto. L’impatto col suolo da diversi metri di altezza è stato fatale: l’ingegnere è morto sul colpo. Il corpo senza vita è stato trovato da un automobilista che passava lì vicino e che ha subito chiamato le autorità.

All’arrivo dei sanitari del 118, i medici non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso e la polizia dopo aver eseguito i rilievi del caso indaga sui motivi del gesto. Gli agenti hanno sentito il padre e le sorelle dell’uomo, che stava attraversando alcuni problemi familiari e proprio questi potrebbero averlo condotto alla decisione di porre fine alla sua vita.