Camussot in fiamme: rogo nello storico albergo di Balme, nido d’amore di D’Annunzio e Eleonora Duse

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 giugno 2019 9:06 | Ultimo aggiornamento: 5 giugno 2019 9:07
Camussot in fiamme: rogo nello storico albergo di Balme, nido d'amore di D'Annunzio e Eleonora Duse

Camussot in fiamme: rogo nello storico albergo di Balme, nido d’amore di D’Annunzio e Eleonora Duse

ROMA – Un incendio è divampato nella tarda serata di ieri al Camussot di Balme, storico albergo delle Valli di Lanzo dove dormirono anche Eleonora Duse e Gabriele D’Annunzio. Le fiamme, partite dal sottotetto, hanno coinvolto l’ultimo piano di una parte, inagibile da anni, della struttura. Il rogo, scoppiato per cause ancora da accertare, è stato domato dai vigili del fuoco solo nella notte. In questi giorni l’albergo era chiuso in vista della riapertura per la stagione estiva.

Non solo la Divina Duse e il Vate D’Annunzio: l’albergo in piena Belle Epoque era punto di riferimento per la villeggiatura alpina in Piemonte dei “vip” italiani di allora, segnala Gianni Giacomino su La Stampa.

“Un’età d’oro quando in Val d’Ala arrivavano i più bei nomi della nobiltà italiana e gli ufficiali legati a Casa Savoia per trascorrere dei periodi di vacanza. Basti pensare al poeta Giosuè Carducci, in esilio a Balme, per tentare di dimenticare la «bionda fata» Annie Vivanti, al tenore Francesco Tamagno che godeva dell’aria buona per rinforzare i polmoni oppure a Vittorio Emanuele III che, insieme alla sua corte, partiva dal Camussot per delle battute di caccia al camoscio in Val Servin. C’era anche la stanza austera e sobria dove soggiornava il cardinale Achille Ratti, diventato poi papa Pio XI”. (fonti Ansa, La Stampa)

5 x 1000