Cani morti folgorati in Lombardia: 5 casi in pochi giorni, causa neve e scossa killer dai tombini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Gennaio 2021 10:42 | Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio 2021 10:42
Befana, previsioni meteo: tempo instabile al Centrosud con piogge e nevicate, maltempo fino 15

Befana, previsioni meteo: tempo instabile al Centrosud con piogge e nevicate, maltempo fino alle 15 (Foto Ansa)

Cinque cani morti folgorati in Lombardia mentre erano a spasso con i loro padroni, tutti decessi avvenuti nel giro di pochi giorni. Cani uccisi da una scarica di elettricità, partita dal suolo innevato sul quale camminavano.

Cani morti folgorati a causa della neve che fa da conduttore di elettricità dando scosse mortali ai cani. Gli animali infatti sono tutti morti nei pressi di tombini o pali della luce, dove la neve non ha reso visibile la presenza di cavi scoperti.

Cani morti folgorati, da Milano a Lodi passando per Como

Come riporta il quotidiano Il Giorno, il primo cane folgorato si registra a Bareggio, paese in provincia di Milano. Lì un cucciolo è rimasto fulminato in via Gallina, a pochi passi dall’ufficio postale. La scossa killer è partita da un tombino. Poi un secondo episodio a Como-Monte Olimpino.

Nelle stesse ore un altro cane morto folgorato per la corrente trasmessa dai cavi scoperti in un pozzetto di ispezione di un palo della luce: anche qui, a fare da conduttore, la neve. E sono proprio i tombini ad aver creato il problema: le nevicate hanno portato un accumulo di acqua dentro le cavità dove passano i cavi elettrici.

Basta toccare a mani o piedi nudi una pozzanghera e si rischia grosso. E i primi a rimetterci sono proprio gli animali che vanno in giro senza protezione e ignari del pericolo. (Fonte Il Giorno).