Cantagallo (Prato), si taglia la gola e si getta nel dirupo. Il paese lo trova e lo salva

Pubblicato il 28 Ottobre 2009 13:03 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2009 13:08

Si è tagliato la gola e si è gettato nel vuoto, cercando a tutti i costi la morte, un uomo di 74 anni che si era allontanato nel pomeriggio di martedì 27 ottobre dalla sua casa, con propositi suicidi, e che ha rischiato di morire dissanguato.

Lo ha salvato un intero paese, Luicciana di Cantagallo, nel quale gli abitanti si sono organizzati in squadre di soccorso con i volontari delle associazioni, i carabinieri e i vigili del fuoco. L’uomo vive con la madre di 102 anni e con il fratello che ha dato l’allarme. Ora è ricoverato in ospedale, a Prato, con una prognosi di 20 giorni. L’anziano è stato avvistato alle 23,30, da una squadra di soccorritori in un dirupo della zona, sul quale si sono poi portati i soccorritori fra i quali il medico della Croce Rossa che, calandosi, ha evitato che l’uomo morisse dissanguato. In piena notte, all’una, i vigili del fuoco sono riusciti a recuperarlo.